top of page

BAITBALL #03 | Faraway, so close! - Così lontano così vicino 

promosso da Like a Little Disaster in collaborazione con la Fondazione Pino Pascali

La terza edizione di Baitball coinvolge 25 realtà attive nella ricerca delle arti visive e nella prodizione di linguaggi contemporanei operanti sul territorio pugliese, chiamati a confrontarsi, rappresentarsi e a manifestarsi collettivamente.

Attraverso storie, pratiche, ricerche, background, pensieri molto lontani tra loro, il progetto cerca creare uno scenario che possa riflettere e interpretare la realtà artistica pugliese presente e futura.

Baitball è un luogo dove vivere insieme attraverso la differenza e in cui sognare nuovi mondi per evolvere-con-altri.

Baitball specula sull’amore, sull’amicizia, sulla generosità, sulla fiducia e sul“fare insieme”, i quali sono sempre qualcosa in più e sempre qualcosa in meno rispetto alla consapevolezza e alla conoscenza.

1+1=1

 

Una baitball si crea quando dei piccoli organismi (pesci, uccelli, insetti) si muovono compatti

assumendo una forma sferica che si estende e contrae a partire da un centro comune. Si tratta di una misura difensiva adottata per sfuggire alle minacce dei predatori, ma è anche un esercizio di coesione che potenzia le funzioni idro-aerodinamiche degli organismi stessi.

Una baitball coordinata, che si muove luccicante all’unisono, Un’immagine ipnotizzante;

centinaia o migliaia di individui che si muovono insieme come sotto controllo radio o

seguendo una coreografia prestabilita. Sono ancora più sorprendenti se si considera che al

loro interno non esiste alcun leader né alcuna gerarchia.

Le “bolle” si formano attraverso quell’emergenza spontanea nota come auto-organizzazione che costituisce procedendo dal basso verso l’alto; . E’ un fenomeno acentrico e non lineare, un processo irreversibile che, grazie all’azione cooperativa di sottosistemi, conduce a strutture più complesse nel sistema globale.

Una baitball ruota, si contrae, si espande, si separa e torna a essere tutt’uno, senza soluzione di continuità: singole individualità con una mente alveolare. Una massiccia bolla coordinata è costituita da migliaia di azioni individuali che compongono un unico movimento collettivo.

BAITBALL è un’esercizio performatico che tiene a bada l’egocentrismo, è uno stadio evolutivo, un meccanismo strategico per aggirare l’estinzione, per mentire alla morte.

17 giugno /

19 giugno

2023

baitball #03.jpg

Lavabo, 2023 | Collettivo Kunstschau

Quando un intralcio diventa un segno, un simbolo, persino una icona. È il caso del curioso “lavabo” che troneggia nello spazio espositivo di Kunstschau a Lecce, collettivo di artisti, storici dell’arte, designer e fotografi. 

La white cube, sede di mostre dal 2018, nasce dalla riconversione di un box auto in uno spazio condominiale del quartiere San Pio, a ovest del capoluogo salentino. La definizione di un ambiente “neutro”, pur all’interno del contesto residenziale, pone gli esponenti del collettivo di fronte alla scelta di sradicare oppure mantenere il sanitario, decidendo infine di conservarlo come un segno del passato impiego. 

In seguito, molti gli interventi che hanno interagito con quell’unico elemento distonico – trasformato in “acquario” per i pesci rossi nella mostra di Francesco Strabone e Gianni D’Urso; adoperato come “nido” e groviglio da cui decine di fili rossi irradiano nello spazio nella mostra di Francesco Zavattari; o come “letto” di sassi levigati nella recente personale di Cosma Frascina – così da trasformare quello che appariva sin da subito un “ready made” di memoria duchampiana, in una stravagante allegoria: la possibilità di attivare una sorgente, una fonte vitalistica capace di rinnovare i luoghi e lo spirito, con ironia e disinvoltura.

PHOTO-2023-06-16-12-35-38.jpg
PHOTO-2023-06-16-12-35-24.jpg
PHOTO-2023-06-16-12-39-00.jpg

BAITBALL #03 (Faraway, So Close! - Così lontano così vicino)

 

Con:

Cell Online Art Project (Ceglie Messapica, Brindisi / Online), Doepelgeanger (Bari), Esposizione Sud Est (Conversano, Bari), Exchiesetta (Polignano a Mare, Bari), FPS (Polignano a Mare), giardino project (Trepuzzi, Lecce), Goodnight (Nomadic, Puglia), Kora - Centro del Contemporaneo / Ramdom (Castrignano de' Greci, Lecce), Kunstschau (Lecce), Lamia Santolina (Carovigno, Brindisi), Like A Little Disaster (Polignano a Mare, Bari), Linea (Lecce) Microba + Achrome (Bari), Misia Arte (Bari), Nico (Bari), Progetto (Lecce), Sajetta + Julie Grosche (Torre Santa Susanna, Brindisi / Online - Richmond, VA, USA), Spazio Murat (Bari), Spazio Sale (Lecce), Spazio Su (Lecce), Studioconcreto (Lecce), Vessel (Nomadic, Puglia), Vettor (Bari), Voga Art Project (Bari) 

+ Archivio Chiara Fumai (Milano / Polignano a Mare, Bari)

+ Berlínskej Model (Praga, CZ)

Palazzo San Giuseppe, via Mulini, 2

Polignano a Mare

dal 17 al 19 Giugno 2023

Nell’ambito dell’edizione pilota di Polignano Art Week

 

Powered by

Like A Little Disaster in collaborazione con la Fondazione Pino Pascali

 

Supporto tecnico 

Romano Exhibit

 

Partnership

Comune di Polignano a Mare - Regione Puglia

 

Media Partner 

Daily Lazy

bottom of page